martedì 7 febbraio 2023

La bella sfida di essere padrino

Qualche tempo fa una delle mie figliocce, la più grande, mi ha chiamato e chiesto aiuto, non potevo tirarmi indietro ma la sua richiesta mi ha veramente spiazzato, mi ha fatto entrare in un mondo del tutto nuovo dove cerco di muovermi a tentoni. Ho subito pensato a lei leggendo il Vangelo di oggi, strappandomi un sorriso perchè parla direttamente a me, ai miei tanti dubbi sorti proprio quando si è presentata la possibilità di trasformare in realtà quello in cui credo.

stampa la pagina

sabato 28 gennaio 2023

Perchè?

L'altro giorno ci sono passato di fianco e mi sono venuti i brividi: l'avevo visto di sfuggita in diverse occasioni mentre guidavo e già avevo avvertito il senso di gravità del fatto ma ora, lì a due metri, mi ha davvero scosso vedere quello che restava della sede del ministero delle finanze a Santa Cruz, a seguito delle violenze seguite all'arresto del presidente della regione per i fatti che avevano portato alla fuga nel 2019 dell'allora capo dello Stato Morales per brogli elettorali. Era tutto bruciato, non era rimasto nulla di integro, e la prima cosa che mi è venuta in mente è di ritrovarmi nel bel mezzo di uno scenario di guerra.

stampa la pagina

venerdì 20 gennaio 2023

Resoconto del quarto trimestre 2022

Comincio subito col ringraziare: gli ultimi mesi dell'anno sono stati molto generosi e mi permettono di guardare il nuovo anno con fiducia rinnovata, pensando anche ai primi progetti da realizzare. Grazie per la fiducia e soprattutto per dare una mano a questi ragazzi!

stampa la pagina

domenica 15 gennaio 2023

Quel bambino nel presepe

Eccomi qui, finalmente ho il tempo per mettere in ordine i miei pensieri dopo un periodo, quello natalizio, un po' complicato anche per il fatto che il personale è andato in vacanza. Non ho nulla da rimpiangere, ho cercato di dare il meglio in tutto quello che ho fatto, era per i ragazzi e proprio per questo ne valeva la pena: non mi sono risparmiato ma mi posso dire felice, contento per come è andata. A darmi la carica era un altro bambino, non uno qualsiasi ma uno speciale che ricordiamo proprio nel tempo appena trascorso: è lì nel presepe, con sua mamma e Giuseppe, circondato da diversi animali a fargli da compagnia. Al guardarlo fa tenerezza, non so come ma dentro di me nasce la voglia di prendermene cura finchè sarà grande, lo vedo così indifeso che quasi mi sento in dovere di fare qualcosa per lui ed ho l'impressione che in cambio mi regali nuove forze.

stampa la pagina

mercoledì 21 dicembre 2022

Una lezione a sorpresa

Rieccomi in città, è il mio giorno libero e ne approfitto per alcune commissioni, le posso fare senza fretta: il tempo per una volta è dalla mia parte e lo voglio sfruttare per passeggiare e senza pensare troppo all'hogar. Con me ho portato una scatola di cd vuoti da dare a Wily, il mio amico peruviano che gestisce una videoteca, per scambiarli con dei film per i ragazzi.

stampa la pagina

sabato 17 dicembre 2022

Resoconto del terzo trimestre 2022: scusate il ritardo!

Ne è passata di acqua sotto i ponti prima di potervi comunicare quanto speso tra luglio e settembre grazie al vostro appoggio: chiedo venia, a volte i ritmi del centro non mi permettono di fare tutto quello che vorrei e mi ritrovo a rimandare qualcosa a cui tengo.

stampa la pagina

sabato 10 dicembre 2022

Lettera di un catechista

Cari ragazzi,
è passato qualche giorno ed ancora non ho avuto il tempo di ringraziarvi per quanto mi avete fatto provare domenica.

stampa la pagina

martedì 6 dicembre 2022

Il bello del paro

Eccomi finalmente a fare due passi per il centro! Era da più di un mese che non ci andavo ma le cose non sono cambiate molto, non è mancato neppure il ragazzo che si stava sniffando la colla come per darmi il benvenuto in città: a ricordarmi il motivo per cui fosse passato così tanto tempo sono stati i calcinacci ed i pneumatici disseminati ai lati delle strade, resti di quei posti di blocco che hanno caratterizzato lo sciopero ad oltranza più lungo della storia di Santa Cruz e che, nonostante sia passata una decina di giorni dalla fine delle proteste, sono ancora lì in attesa di essere raccolti.

stampa la pagina

lunedì 28 novembre 2022

Una domenica pomeriggio al fiume

Ieri ero un po' triste, era il giorno in cui i ragazzi che ho preparato dovevano ricevere la Cresima ma per il paro indefinido non è stato possibile: portarli al Don Bosco sarebbe stato un azzardo, era troppo rischioso, Padre Ottavio mi aveva detto che ai suoi lavoratori avevano bucato le ruote delle biciclette, cosa poteva capitarmi se avessi cercato di arrivarci con la camionetta? Il destino per una volta mi ha giocato un brutto scherzo: è stato proclamato lo stop dello sciopero a mezzogiorno del sabato, dopo più di un mese di strade bloccate e non solo, ma non c'era il tempo sufficiente per avvisare le loro famiglie ed improvvisare sarebbe stato ingiusto nei confronti di chi ho avuto l'onore di preparare quest'anno.

stampa la pagina

martedì 22 novembre 2022

Una mattinata da ricordare

Il paro continua, si aspetta che il Parlamento rettifichi quanto detto dal Presidente ed è un'attesa snervante, qui tutti sperano l'annuncio che finalmente ci riporti alla normalità ma questo tarda ad arrivare. Nel frattempo i blocchi si fanno più duri, si rinforzano con cumuli di calcinacci e si moltiplicano, sorgendo in posti dove prima si poteva circolare liberamente, passare è sempre più difficile anche a volte la cosa si semplifica mettendo mano al portafoglio. 

stampa la pagina