domenica 19 aprile 2015

Resoconto delle offerte

Eccomi di nuovo qui a fare un piccolo bilancio di come ho utilizzato le offerte che molta gente mi ha fatto pervenire: il periodo preso in considerazione va da fine gennaio ad oggi.
I costi per le piccole manutenzioni sono stati un po’ più consistenti del solito: ciò è dovuto al fatto che abbiamo comprato per dozzine ed in questo modo abbiamo ottenuto un buon sconto, inoltre la quantità acquistata ci consente di tenere una buona scorta in magazzino e di evitare di andare in città alla ricerca di quello di cui si ha bisogno, perdendo così del tempo prezioso. Da sottolineare che il grosso della spesa è legato al problema del cambio delle tubature dell’acqua che ci ha spinto a fare un check-up completo di rubinetti, docce e wc. Con l’equivalente di quasi 500 euro abbiamo comprato 14 rubinetti, dei pezzi di ricambio per gli stessi e per i wc, 6 lucchetti, 6 rastrelli, una scopa di saggina, una scala, un rotolo di zanzariera, 36 lampadine, 24 neon, materiale elettrico di ricambio, una bilancia per l’infermeria, dei rulli per pitturare le pareti ed un secchio da 10 litri di pittura per rendere le mura impermeabili. A questi vanno aggiunte 24 lampadine a led che ho comprato per l’illuminazione notturna, al fine di diminuire il consumo di energia: in questo caso ho utilizzato circa 130 euro. Altri 50 li ho impiegati per la sicurezza: ho preso 6 estintori e li ho collocati in tutti gli ambienti dell’hogar più a rischio incendio.
L’acquisto più azzeccato di questi mesi è stato il tagliaerba: dopo due anni che mi si diceva che per il tipo di terreno che abbiamo era inadatto mi hanno informato che prima del mio arrivo veniva utilizzato e che, una volta rotto, non venne più aggiustato o sostituito con uno nuovo. Non me la sono presa perché ho capito come funzionano le cose da queste parti e la gente non ti dice tutto subito ma piano piano, in parallelo alla fiducia che cresce nei tuoi confronti. Devo dire che con questa macchina i tempi sono più che dimezzati rispetto al decespugliatore: quel che si tagliava in tre giorni ora si riesce a farlo in una sola giornata! Il costo è stato di 300 dollari.
Con i soldi del mercatino dell’usato degli amici di Quarto d’Altino si è riusciti a coprire il budget per il materiale scolastico: è avanzato qualcosa che ho investito in piccole opere di manutenzione che riguardavano la sistemazione di un tetto di un chalet dove dormono le bambine, in cui entrava acqua quando pioveva, e la muratura di tre porte che erano inutilizzate da anni e da dove la pioggia entrava nelle stanze.
Altri fondi li ho usati per sistemare la zona del forno a legna: all’incirca 30 euro li ho spesi per ristrutturarlo in quanto stava per crollare mentre altri 100 sono stati usati per fare un marciapiede che conduce fino alla porta. La cosa era necessaria perché con il carro della cucina non si poteva accedere e bisognava lasciarlo a circa 10 metri di distanza, con notevoli disagi quando facevo la pizza o si era obbligati a preparare da mangiare lì per la mancanza di gas.
Un altro marciapiede è stato realizzato nei pressi del salone dove i più piccoli vedono la televisione: quello precedente era malmesso e c’erano molti calcinacci ed erbacce, col rischio che i ragazzi si facessero male. Con questo intervento, dell’ammontare di circa 350 euro, abbiamo reso la zona più sicura oltre a renderla più presentabile. Il costo, come nel caso del forno a legna, riguarda la sola manodopera in quanto è stato utilizzato del materiale che era avanzato da precedenti lavori.
Voci di spesa importanti sono stati quello di garantire lo stipendio per un anno ad una delle due cuoche, che ammonta all’incirca a 2500 euro, e quello destinato a pagare un educatore part-time, purtroppo ancora da trovare, per un importo che si aggira sui 1200 euro.
A nome di tutti vi ringrazio per il vostro buon cuore, che Dio vi benedica!
Har baje

3 commenti:

  1. bravissimo marco! Sei veramente forte! !!
    Antonella mira

    RispondiElimina
  2. Oggi a mira abbiamo fatto il ritiro di prima comunione che si svolgerà il 25 aprile e abbiamo deciso di devolvere le offerte che raccoglieremo all orfanotrofio dove presti la tua opera.....speriamo di raggiungerti presto con il nostro piccolo aiuto!
    Antonella mira

    RispondiElimina
  3. Grazie mille Antonella!!! Troppo buona coi complimenti: ad essere veramente forte sono coloro che come te mi seguite e mi date la spinta necessaria per andare avanti così! Grazie per il vostro sostegno!

    RispondiElimina