lunedì 16 aprile 2018

Bilancio delle offerte: primo trimestre 2018

E' arrivato il momento di fare i conti delle offerte: confesso che si tratta di una cosa che non attira le mie simpatie in quanto per certi versi mi obbliga a stare rintanato per qualche ora dentro a quello che, teoricamente, è il mio ufficio ma per me è doverosa soprattutto nei confronti di chi sostiene con generosità i ragazzi.
Le entrate di questo primo trimestre ammontano a 3.460 euro, cifra ottenuta anche agli incontri che ho potuto tenere durante il mio soggiorno in Italia. Ad esse vanno sommati circa 4.050 euro che Liliana mi ha restituito per il mancato pagamento del doble aguinaldo alla psicologa, dovuto al mancato raggiungimento del tasso di crescita economica previsto dal governo per la sua maturazione, e per il progetto di pagare il salario annuale 2018 alla stessa: ciò perchè l'autorità pubblica ci ha promesso di inviarcene una a sue spese salvo poi rimangiarsi la parola data in queste ultime settimane.
Se le entrate ci sorridono non posso dire altrettanto delle spese: appena rientrato si è rotta la lavatrice industriale per cui è stato necessario ripararla e farle manutenzione assieme alla macchina per centrifugare per un costo complessivo di circa 860 euro. Sfortunatamente anche il tosaerba si è guastato assieme ad una macchina per tagliare il legno e la saldatrice: la cifra investita ammonta rispettivamente a 50 euro per la prima ed a circa 82,50 per gli altri due attrezzi.
Sono stati eseguiti dei lavori di straordinaria manutenzione: c'erano stanze dove pioveva dentro; una parte del marciapiede si è alzata e si è crepata; le pareti dell'infermeria sono state rivestite per metà con piastrelle; i bagni pubblici erano talmente intasati che si è dovuto rimuovere e ricollocare i wc per togliere ciò che li ostruiva; si è aperta una finestra nello spogliatoio presente nel campo coperto e siamo stati obbligati ad alzare di un metro la seconda entrata in quanto il camion che ricarica i bomboloni di gas non poteva passare e ci avevano minacciato di non venire più a rifornirci. Tutto questo ha comportato un esborso di 523,80 euro per la prestazione del muratore e 267,70 euro per il materiale.
Si è cercato di ordinare l'infermeria per cui ho comprato dei contenitori per le pastiglie per 10 euro, pile per i termometri per 11 euro e dei camici per lo stesso prezzo. Ho acquistato inoltre medicinali per un totale che si aggira sui 30 euro e collutorio per 14 euro.
Si è acquistato un bidone nuovo per l'umido in quanto l'altro si era rotto investendo 45 euro.
Mancavano dei tavoli (soprattutto per l'aula di catechismo) ed altri si erano rotti: ne sono stati presi 5 nuovi per 173 euro circa, usando quanto era rimasto del contributo inviatomi dal Sand Nativity di Jesolo l'anno scorso.
Quest'anno voglio potenziare la produzione nell'orto per cui ho comprato una camionata di terra negra per poco più di 95 euro, concime naturale per 9,5 euro e sementi per 5 euro.
Per acquistare film per i ragazzi ho speso 9,5 euro, a cui ne vanno aggiunti 6 per comprare dei dvd masterizzabili.
Le auto ci hanno richiesto 4,10 euro tra parcheggi, pedaggi ed aria per gonfiare i pneumatici.
Per fare la pasta in casa ho comprato allo scopo due macchine per 34 euro ed un mattarello per meno di 3 euro.
Per la cappella ho invertito quasi 20 euro per le candele e per la settimana santa.
Tra le spese ordinarie 6,7 euro sono stati spesi in materiale per pulire la piscina; 1 euro in duplicazione chiavi; 9 in rubinetti e 12,50 per tubi e materiale per riparare il bagno; 50 euro in pittura; 17,90 euro in filo per tagliare l'erba con il decespugliatore; 50,50 euro in materiale elettrico (soprattutto neon e lampadine); 58,35 euro in un rotolo completo di zanzariera; 3,50 euro in viti e chiodi; 14,30 euro in una ruota di carriola fatta completamente di gomma; 6,20 in due ciotole per i cani; 20 euro in lucchetti; 3,5 in veleno per formiche; 42,8 in materiale vario necessario alla manutenzione e 2,40 euro in filo per cucire le scarpe.
Colgo l'occasione per lanciare un appello: la prossima settimana, precisamente il 24 aprile, sarà il mio compleanno e sarà un po' speciale rispetto agli altri visto che festeggerò i miei primi 40 anni. Ho solo un desiderio: fare di questa ricorrenza un'occasione per aiutare chi è più sfortunato e bisognoso, in particolare i ragazzi che mi sono affidati. Non voglio chiedere troppo al vostro buon cuore: se volete vi invito a fare una donazione nelle modalità indicate nell'apposita sezione del blog (clicca qui). Non mi importa la cifra, per me conterà il modo con cui la farete, cioè con amore: questo sarebbe il regalo più bello che potrei ricevere.
Har baje

Nessun commento:

Posta un commento