venerdì 11 dicembre 2015

Nuvole grigie

Certo che non sempre son tutte rose e fiori… In queste poche settimane me ne sono amaramente accorto: la situazione economica del centro non è delle migliori e sapere dal Vescovo che siamo uno degli hogar messi meglio è soltanto una magra consolazione!
Si sta facendo una previsione di quanto servirà per l’anno prossimo e negli ultimi giorni non ci sono arrivate delle belle notizie dal governo regionale visto che non ci rinnoverà i contratti della psicologa e della fisioterapeuta: di conseguenza i due stipendi ce li dobbiamo accollare noi, a meno che non rinunciamo almeno ad una di queste due figure se non addirittura ad entrambe. Scelta alquanto difficile in quanto i loro ruoli si sono rivelati utili e necessari in quanto i bambini hanno dimostrato più serenità ed hanno cominciato a superare certi loro problemi ed hanno trovato una persona che li cura e li segue dal punto di vista sanitario in maniera accurata e costante: alla fine si è optato per la figura medica, la cui presenza garantisce l’apporto di una consistente somma di denaro da parte di una onlus, mentre per la psicologa ho concordato con Liliana la possibilità di proporre agli amici italiani un progetto che ne copra tutte le mensilità del prossimo anno… Spero che la cosa si possa realizzare!
Note dolenti vengono anche dall’infrastruttura: il comune, che aveva promosso un aiuto in tal senso, non si è più fatto sentire e vedere mentre le condizioni dei tetti sono tutt'altro che buone e potrebbero peggiorare con l’arrivo delle piogge, visto che ci sono segni evidenti di cedimento… Non parliamo poi dell’impianto elettrico che presenta delle anomalie in diverse parti dell’hogar: non c’è settimana in cui non si verifica uno sbalzo di corrente per cui il contatore scatta oppure la luce viene a mancare improvvisamente per poi ricomparire altrettanto misteriosamente. Cose normali per una struttura che ha quasi 14 anni, non ha mai visto manutenzioni consistenti ed è stata costruita su un terreno sabbioso: logico che ora i nodi vengano al pettine! Se prima ero sicuro degli interventi da effettuare, ora ho più di qualche dubbio: vanno prima sistemati i tetti oppure va rifatto l’impianto elettrico, sapendo che alcuni cavi passano sopra il soffitto? Difficile trovare una risposta e non ho un preventivo per nessuna delle due cose: difficile quantificare il tipo di intervento da fare e soprattutto come sostenerlo? C’è la Provvidenza ma forse stavolta potrebbe non bastare, a prima vista l’investimento mi pare ingente.
Non parliamo poi dei ragazzi: grazie quanto raccolto durante il mercatino dell’usato dagli amici di Quarto d’Altino i costi per l’acquisto del materiale scolastico sono coperte ma che dire delle altre necessità? Non ci sono armadi o quelli che ci sono ormai logori: pensate che in una stanza usano una scaffalatura di metallo per mettere i propri vestiti! Non vi dico poi la condizione di certi letti…
Le bambine mi chiedono di leggere ed io gli presto quei pochi libri che abbiamo, che ormai sanno a memoria, e spesso i soldi per i medicinali specifici per un tipo di problema non ci sono in quanto sono cure costose. In molti casi non mi tiro indietro ed uso i soldi delle offerte: servono pure a questo no?
Nonostante tutto però c’è da sorridere: come accade in tutto il resto del mondo, anche in Bolivia si respira l’aria natalizia e ci si sente più buoni… Alcune scuole ci hanno donato degli infradito, dei giocattoli, dei film, dei vestiti così come alcuni gruppi di persone o associazioni, compartendo un po’ del loro tempo con questi fanciulli, e non mancano iniziative a sostegno dei vari centri di accoglienza: una di queste è la lotteria organizzata dalla Diocesi in favore degli hogares per far fronte al doppio aguinaldo (una specie di tredicesima) imposta dal governo e che sta creando più di un grattacapo. 
Altre buone notizie mi sono arrivate dall’Italia: credo che il mio ultimo viaggio abbia portato buoni frutti perché ci sono state iniziative pro hogar di singoli o di gruppi che mi hanno rallegrato e sorpreso: un grazie di cuore a tutti loro! E’ semplicemente fantastico sapere che, oltre alla Provvidenza, c’è più di qualcuno che sostiene me e questi ragazzi sia nelle cose belle che in quelle un po’ meno positive.
Har baje

2 commenti:

  1. Mamma mia marco....quanti pensieri....il Signore ti illumini la strada ogni momento e ti indichi la via da seguire. Cercheremo anche noi di fare la nostra parte con preghiere e aiuti concreti.
    Ciao, Antonella, san Nicolò, mira

    RispondiElimina
  2. Diminuire lo stipendio dell'amministratrice ? potrebbe essere una buona idea per pagare lo stipendio alla psicologa !

    RispondiElimina